Il Decreto Legge n. 52/2020 è stato pubblicato in gazzetta ufficiale. Fra le novità di rilievo si segnalano:

  1. Possibilità di fruire di ulteriori quattro settimane di integrazione salariale anche per periodi decorrenti prima del 1° settembre 2020 (nel rispetto del limite massimo di 18 settimane);
  2. Modalità di rettifica per le istanze non accettate;
  3. Le domande per il reddito di emergenza potranno continuare ad essere presentate entro il 31 luglio.

 



Il comunicato congiunto n. 131 del Ministero dell’Economia e delle Finanze con il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali offre un’importante notizia in tema di cassa integrazione guadagni per Covid - 19.




Alla luce dell’aumento esponenziale del ricorso a modalità di lavoro agile, utilizzate come strumento volto alla tutela e alla sicurezza individuale e collettiva in periodo di pandemia, segnaliamo alcuni aspetti che assumono sempre più rilevanza nelle nostre realtà produttive.

L’istituto, introdotto nel 2017, prevede la necessità di un accordo (a tempo determinato o indeterminato) che si aggiunge al contratto di lavoro esistente, in cui disciplinare minuziosamente tutti quegli elementi che daranno sostanza alla prestazione svolta in modalità agile. A titolo esemplificativo: l’orario di lavoro, il luogo, le modalità di connessione e disconnessione da remoto, eventuali controlli a distanza, privacy e riservatezza, etc.



Sottocategorie

© 2022 Studio Brenna e Bonavitacola - Via N. Sauro n. 6 – 22066 Mariano Comense – Como - C.F. e P.I. 01595710136 - Privacy Policy - Cookie Policy