Un approfondito articolo del Sole 24 Ore del 13 agosto 2018 riporta le più recenti sentenze in merito a episodi di utilizzo di social media durante l’orario di lavoro. 


In particolare, va evidenziato come gli stessi possono diventare strumenti di vera e propria prova all’interno dei rapporti lavorativi.



L’ultimo aggiornamento prima della pausa estiva riguarda un argomento di grande attualità, ossia il giro di vite sui contratti a termine operato dal cosiddetto “Decreto Dignità”: tale norma va infatti ad impattare in maniera rilevante su un ambito assai dibattuto negli ultimi decenni, ma che tutto sommato aveva trovato una sua stabilità dal 2014 ad oggi.

Qui di seguito una brevissima disamina delle principali novità apportate:



La nota prot. n. 5828 del 4 luglio 2018 dell’Ispettorato Nazionale del Lavoro (INL) fornisce precisazioni in merito al calcolo della sanzione amministrativa in caso di violazione al divieto di pagamento in contanti delle retribuzioni.
 
La determinazione della stessa, di importo compreso fra €1.000 e € 5.000, non deve tener conto del numero dei lavoratori coinvolti quanto piuttosto, in presenza di pagamenti mensili, del numero dei mesi per i quali si è protratto l’illecito.
 


A seguito della riforma del sistema pensionistico obbligatorio e complementare che ha ridefinito il sistema previdenziale italiano introducendo il sistema di calcolo contributivo, si ricorda che l'importo della pensione annua si ottiene moltiplicando il montante individuale dei contributi per un coefficiente di trasformazione periodicamente aggiornato.



Finalmente, dopo quasi 3 anni di rodaggio, entra pienamente in vigore un importantissimo strumento volto ad aiutare tutti coloro che percepiscono l’indennità di disoccupazione (NASPI) da almeno 4 mesi a rimettersi in gioco nel mercato del lavoro.

Tale strumento, previsto dalla Riforma del Lavoro del 2015, si chiama “Assegno di Ricollocazione” e costituisce una dote che il disoccupato potrà spendere presso i servizi per l’impiego privati e pubblici sotto forma di corsi di formazione e aggiornamento professionale, coaching, e ogni altra attività che possa favorire un rapido reinserimento lavorativo.



Sottocategorie

© 2024 Studio Brenna e Bonavitacola - Via N. Sauro n. 6 – 22066 Mariano Comense – Como - C.F. e P.I. 01595710136 - Privacy Policy - Cookie Policy